Rituali del Weekend – La Colazione Milanese

Daniela Delli

Una delle cose che più mi rilassano è fare una colazione lenta e sans souci, meglio ancora se in buona compagnia.
Solitamente me la concedo durante i weekend, oppure in mattine non troppo busy.

Ordinare un caffé caldo o un cappuccino (rigorosamente con cacao) e perdermi tra i gusti delle brioches o i colori delle torte esposte al banco è il mio rituale di bellezza preferito.

Appoggio tutti i pensieri sullo schienale della sedia e li lascio lì.

Mi godo la mia mezz’ora magica leggendo un libro, o ancora meglio, chiacchierando con un’amica. Dalla crisi nucleare in Iran, alla minigonna di Bélen, tutto è concesso in questo minuscolo porto di mare che è la mia colazione del weekend.

Una routine piccola piccola che, nella sua sorprendente semplicità, mi rigenera.
Questo mio mondo personale cambia arredi e colori a seconda del mood della sua Regina, ma anche a seconda dei quartieri in cui sono ubicate le sue fide ancelle.

Angoli diversi seppur accomunati da un’atmosfera rilassata, leccornie senza eguali e caffé superlativi.
Ecco dove mi potreste trovare un Sabato mattina qualunque:


LA FATTORIA DI BRERA

Dolcetti di Frutta - Fattoria di Brera

Dolcetti di Frutta – Fattoria di Brera

Bar tipicamente milanese con arredi in legno lucido e un’atmosfera calda calda. Fiori secchi, bottiglie di vino alle pareti (è anche ristorante) e un uomo e una donna che ballano su una parete.

Caffetteria di alta qualità e delizie made in Sicily difficili da trovare in qualsiasi altro posto in centro Milano.

Da provare assolutamente i dolcetti di frutta e crema pasticciera e le tortine di ricotta (rigorosamente di latte di pecora) con gocce di cioccolato.


CAlifornia Bakery

My favorite bagels - California Bakery

My favorite bagels – California Bakery

La mia preferita è quella di Piazza Sant’Eustorgio, seguita da quella di Piazza San Simpliciano (sì, adoro le vecchie piazze milanesi).

Eppure il mio per CB è una sorta di amore/odio. Prezzi troppo alti, dolci troppo burrosi.. Ma puntualmente ci ritorno.

Non tanto per la sua cheesecake, che trovo piuttosto stucchevole (molto meglio quella che ho trovato qui), ma per i suoi bagels.

Soffici, delicati e con quel gusto inconfondibile che fa tanto New York e niente, senza nemmeno accorgermene ne ordino una seconda porzione.


Princi

Princi - Largo La Foppa

Princi – Largo La Foppa

Rigorosamente quello di Largo La Foppa in una giornata di sole.

Prezzi stratosferici per pizze e panetteria, ma proporzionati per delle colazioni di serie A.

Io da Princi non ci vado solo per la location, ma soprattutto per il caffé (quello del barista super-tatuato è il top) e per la sua brioche. Una brioche così a Milano non l’ho mai trovata.

Mi ricorda quella che si mangia in Sicilia insieme alla granita al pistacchio. Tonda, gonfia, poco burrosa. La addento e mi scaravento con prepotenza in un mondo parallelo, con il sole in faccia e il brusio di Milano tutto intorno.